venerdì 4 gennaio 2013

Pivetta, vorrebbe levarci la sede pensando di chiuderci la bocca ?

Con gli autogol si perdono le partite.

Il nostro caro amico Walker Pivetta, l’ultimo giorno dell’anno, ci ha deliziati di alcune sue perle di saggezza.
Eravamo in municipio per ritirare alcuni documenti da noi richiesti, ma non ancora disponibili, quando con passo felpato e solito sorriso a settantadue denti ci ha avvicinato.  Come prima cosa ci ha raccomandato di non ripetere più l’operazione di mettere le bandierine con la richiesta di dimissionidi Celeste, nelle aiuole adiacenti al municipio, come abbiamo fatto giovedì 27 dicembre, poiché potremmo incorrere in una denuncia per “imbrattamento di suolo pubblico”

Come? Noi abbiamo pensato ad una sorta di arredo urbano sulla scia dei loro cartelli “ne abbiamo le scarpe piene”, insomma un servizio pubblico. I cittadini sono stufi di questa situazione e ne hanno le palle piene, quindi “Celeste dimettiti” ci sembrava più che appropriato. Vorremmo semmai capire perché sono stati rimossi.

Se il ruolo del Pivetta è quello di preservare l’ordine pubblico e la tranquillità dei sedrianesi, perché non fa niente se qualcuno ha un’accusa pesante, come ad esempio  “corruzione propria” …

Ma poi è arrivata la chicca: stanno pensando  di toglierci l’utilizzo della sala consigliare in quanto, altrimenti, la dovrebbero concedere anche ad altri, ma quale altri?

Facciamo un passo in dietro.
Noi come Sinistra di Sedriano utilizziamo la saletta dei gruppi consiliari dalla fine del 2010.
Come mai la usiamo anche noi, pur non avendo rappresentanza consiliare ?
Vi spieghiamo l’arcano.

Secondo il regolamento, ogni gruppo consigliare può utilizzare la saletta un giorno a settimana (c’è sempre un calendario definito). All’epoca i gruppi consiliari erano tre : PDL, LISTA CIVICA PER SEDRIANO (Giovanni Curioni) e CENTROSINISTRA SEDRIANO. Quindi PDL e LEGA essendo un unico gruppo avevano diritto ad un solo giorno a settimana. Invece così non era in quanto la LEGA la usava il lunedì e il PDL il giovedì. Ma questo andava contro il regolamento.
Allora avevamo protestato, scrivendo a Celeste e dicendo che o ripristinavano le regole o altrimenti anche noi come Sinistra di Sedriano ne avevamo diritto. Diritto in quanto anche noi eravamo in lista con il Centrosinistra (poi separati) SdS PD e  avevamo il primo dei consiglieri non eletti. In sostanza con la nostra richiesta abbiamo evidenziato i due pesi e due misure.
Dopo tre mesi di silenzio, ci arrivò la risposta : ci fu assegnata la sede. Ma, a differenza dei gruppi consiliari, noi avevamo diritto solo a due giorni, ben definiti, al mese.
Sicuramente fu un compromesso per fare si che la Lega dell’epoca, o meglio Pivetta, mantenesse la sede come se fosse un gruppo consiliare autonomo. I due giorni probabilmente ci sono stati donati dal PDL che della saletta consigliare non se ne faceva nulla.

Ora, troviamo al quanto singolare che Pivetta, proprio in questo momento particolare della storia sedrianese, ci venga a dire che ci vogliono levare la sede altrimenti devono darla anche ad altri, ma per quale motivo?

La saletta è riservata ai gruppi consiliari, non ci risulta ve ne siano altri.
Per gruppo consigliare si intende quelli che si sono presentati alle ultime elezioni. Non si può quindi e non si deve concedere questa sala a tutti i gruppi pur meritevoli come ad esempio Lega Ambiente.

Ma sappiamo benissimo tutti, persino i sassi, che la verità è un’altra.

Noi dal 2009 facciamo un’opposizione dura e senza sconti a nessuno. Non abbiamo rappresentati in consiglio comunale, ma la nostre voce è forte, molto forte e la sentono tutti.
Inoltre da quando Celeste è agli arresti domiciliari, noi siamo l’unico movimento politico locale (Carovana Antimafia a parte) che sta realmente lottando, colpo su colpo, affinché a Sedriano venga ripristinata la legalità e la democrazia.
E questo da parecchio fastidio, a molti e non solo a destra.
Quindi, quella di Pivetta sostanzialmente è una “minaccia maldestra”, infatti il vero messaggio è : se non la finite di rompere le balle vi leviamo la sede.

Cosa dire … Come istituzione Comune sono obbligati a dare degna ed opportuna motivazione, altrimenti si chiama abuso di potere.   

Sinistra di Sedriano

4 commenti:

  1. Luca Casartelli4 gennaio 2013 13:21

    Alla faccia della democrazia!
    Si cerca proprio in tutti i modi di tappare la bocca e mettere i bastoni tra le ruote eh?

    RispondiElimina
  2. La mafia non è solo nelle pistole, nel pizzo ma è anche nel sopruso, nell'abuso di potere, nelle parole. Combattere la mafia significa scardinare un modello di pensiero troppo radicato nel paese. Forza e avanti tutta.
    Fabio

    RispondiElimina
  3. Ciao io sono Anonimo Sedrianese.

    So tanto e so quasi tutto.
    Amo parlare stando in silenzio.
    Vi posso tenere informati ma anche no.
    Simpatici mi state ma di sinistra io non son.
    Il 10 è vicino come il 10 è lontano.
    Qualcuno gongola qualcuno traballa.
    Ma solo Dio deciderà.
    A presto con amor.
    il vostro anonimo con il cuor.

    Anonimo Sedrianese

    RispondiElimina
  4. dio è morto. (cit.)

    Un Sedrianese non colluso

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...