Programma


PROLOGO
SdS è presente nel territorio dal 2009 e nasce dalla necessità di unire idee di sinistra di molteplici estrazioni politiche. Si è confermato nel tempo un gruppo politico autenticamente di sinistra, quella vera, che non antepone sterili logiche di partito al benessere comune. Impegnato con grande senso civico, sempre in prima linea e attento alle reali necessità dei cittadini di Sedriano. Anche in questa occasione intendiamo impegnarci concretamente, come sempre, cominciando dai contenuti e perseguendo esclusivamente l'interesse dei cittadini, con l'obiettivo ambizioso di rendere Sedriano un gran bel posto dove vivere. Vogliamo ricreare un senso di appartenenza e coltivare nell'animo di ognuno l'orgoglio di far parte della comunità sedrianese, così bistrattata e così poco considerata in questi ultimi anni. Inutile ricordare gli eventi riguardanti lo scioglimento della precedente amministrazione e soprattutto per quali motivi. Nelle poche righe che seguono, il nostro candidato sindaco esprime l’idea comune che caratterizza Sinistra di Sedriano: impegno quotidiano fatto di attenzione, partecipazione, coerenza, ironia e grande rispetto per tutti i cittadini, particolarmente le categorie più deboli: 

C'è poco da dire e tanto da fare 
"La mia candidatura è nata spontaneamente nel gruppo di SdS, perché si è pensato ad una svolta, a qualcosa di nuovo, trasparente e coerente con la linea politica perseguita in questi anni di attività e di confronto. Che proseguisse nella linea politica che ci ha contraddistinto in questi anni: coerenza e lavoro dal basso per il bene del nostro comune, consapevoli che l'impresa non sarà per niente facile. Il gruppo, composto da persone con passione, tempo ed energie da dedicare, continuerà ad impegnarsi per cancellare il ricordo di ciò che è stato in un passato più o meno recente e per ricominciare finalmente ad attuare politiche al servizio del cittadino, basate su valori veri e certamente di sinistra e mai su interessi particolari. Porteremo avanti le nostre idee, senza ricercare apparentamenti ne adesioni a coalizioni, perché vogliamo essere liberi di lavorare senza condizionamenti politici. Contiamo su chi vuole impegno ed onestà al governo di Sedriano”. 
Rossella Luongo 

Questo documento è frutto di un grande lavoro che ha coinvolto tutte le componenti di SdS e di persone ad essa vicine per visione ed esperienza politica. Costituisce pertanto l'insieme delle nostre idee come tessere di un mosaico. 

LA SFIDA 
Questo programma è per noi una sfida per cambiare ed indirizzare Sedriano verso un rinnovamento quanto mai necessario e indispensabile. Una sfida per mettere al centro di tutto i cittadini, le persone, i loro bisogni, i loro doveri e le loro aspettative, chiedendo la loro rinnovata partecipazione, con l'intento di esercitare un costante ed attivo controllo sulle scelte amministrative in coerenza con il programma, ma anche con le loro priorità. Pensiamo di avere le idee giuste per risollevare Sedriano. 

I NOSTRI VALORI 
Governare è un onere che assumiamo anche per le future generazioni, quindi rispetto per la terra di cui siamo temporaneamente custodi, quale risorsa vitale e non rinnovabile, pertanto da difendere e preservare, riconsegnandola integra a coloro che verranno dopo di noi. Considerazione delle diversità, qualunque esse siano, nel rispetto delle regole elementari di convivenza civile, integrazione, confronto, supporto, ausilio e solidarietà. Valorizzazione della memoria storica di Sedriano e del nostro paese Italia, ricordando con riconoscenza tutti coloro che hanno combattuto e lottato per ottenere i valori di Libertà e Democrazia. Ricordare con forza e grande rispetto le ricorrenze: le giornate della memoria, del ricordo, delle donne, della liberazione, dei lavoratori ecc ecc. Recupero delle feste contadine e tradizionali. Rivalutazione dei luoghi di cultura del nostro territorio, progettando una comunità in grado di accogliere turismo culturale ed il recupero di vecchi mestieri, puntando particolarmente sulle nuove generazioni. Tutela del lavoro, dei diritti e della dignità di tutte le persone, considerando il lavoro stabile come opportunità di progresso e crescita economica, valorizzando in particolare quello giovanile. Riservare grande attenzione alle cosiddette “morti bianche” e agli altri infortuni.

TRASPARENZA E MACCHINA AMMINISTRATIVA

COLTIVIAMO LA LEGALITA'  
La mafia e nello specifico “la 'ndrangheta”, esistono e lo abbiamo visto a Sedriano, primo comune lombardo sciolto per infiltrazioni mafiose. Per contrastare questo fenomeno, è necessaria una gestione trasparente della macchina amministrativa con procedure particolari, ad esempio per l'assegnazione degli appalti. Queste procedure sono inserite all'interno del nostro programma, così come la conferma del responsabile anticorruzione (già attuata dalla commissione straordinaria).  Per combattere il fenomeno mafioso fino in fondo, è necessario rinforzare ed aumentare gli anticorpi effettivamente mancati a Sedriano. E' necessario diffondere una cultura antimafiosa in collaborazione con le associazioni che la combattono: non antimafia da salotto, ma militante, da prima linea. 
Abbiamo in mente dei percorsi scolastici per i ragazzi delle scuole primarie e secondarie, incontri con Magistrati impegnati nella lotta contro la 'ndrangheta in Lombardia e con le Forze dell'ordine. Un percorso articolato in tappe. E poi ancora eventi pubblici, lavori di gruppo, ecc..
Attiveremo una Commissione Antimafia Comunale, che avrà la funzione di osservatorio sul territorio e di monitoraggio delle attività sospette, oltre a quella di collaborare con il Consiglio regionale e con la Commissione antimafia del Comune di Milano.
A seguito di tutto ciò, promuoveremo anche la necessaria istituzione di uno sportello antiracket e antiusura.
Il nostro comune entrerà a far parte della “rete dei comuni” antimafia del territorio. Sedriano è l'unico comune a non aver ancora aderito.

PARTECIPAZIONE  
Adozione di una Carta della Partecipazione per stimolare il coinvolgimento dei cittadini all’attività amministrativa e normativa dell'ente, al fine di realizzare una gestione condivisa del governo locale ed un migliore utilizzo delle risorse comuni.
Il Comune di Sedriano riconosce nella partecipazione attiva dei suoi cittadini alla vita politica e sociale della comunità un valore fondamentale. 

La crisi di rappresentanza degli istituti di democrazia delegata, la disaffezione al voto, la diffusione di politiche individualistiche, hanno reso determinanti gli strumenti di partecipazione popolare per ricostruire i rapporti tra bisogni sociali ed istituzioni, per includere nella progettazione del futuro della comunità locale, i cittadini, compresi i più deboli, i migranti e le diversità culturali. La partecipazione vuole affermarsi come una nuova idea di cittadinanza attiva, che non si esaurisca soltanto nell'atto del voto elettorale, ma che diventi impegno e responsabilità quotidiana.

Per rendere ancor più trasparente ed incisiva l'azione amministrativa realizzeremo un meccanismo che consenta di conoscere puntualmente le risorse economiche impiegate e di misurare la soddisfazione dei cittadini, correggendo in tempo reale problematiche o criticità.
Contiamo molto sul fattivo contributo di ciascuno alla vita della collettività. Per agevolare tale partecipazione promuoveremo sul sito internet comunale due piattaforme: DECORO URBANO e COMUNI-CHIAMO per consentire a chiunque di evidenziare un problema comune dal degrado di un parco, all'abbandono di rifiuti, al dissesto di strade, all’incuria delle aree cani ecc... Gli uffici competenti si faranno carico di intervenire tempestivamente, pubblicare le iniziative attuate ed i tempi occorrenti per risolvere il problema. In questo modo, tutti i cittadini saranno aggiornati in tempo reale sulla risoluzione del problema segnalato.

TRASPARENZA  
Nella ricerca della massima trasparenza, pubblicheremo entro qualche mese dall’insediamento del nuovo Consiglio e Giunta Comunale, i dati riguardanti le elezioni comunali, le spese degli organismi politici, i curricula, le dichiarazione dei redditi, i compensi e le presenze alle sedute del Consiglio Comunale, di Sindaco, Assessori e Consiglieri. 
Continueremo nella pubblicazione di comunicati stampa/news/eventi sul sito comunale, rendendo così più agevole la comprensione per i cittadini degli atti amministrativi del comune. 
Applicazione puntuale del D.L.vo n. 33/2013 "Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni" e della Legge n. 190/2012 “Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell'illegalità nella pubblica amministrazione".  

APPALTI TRASPARENTI  
Adozione del "Protocollo Cantiere Trasparente" con pubblicazione di tutte le informazioni relative ad appalti e subappalti, compresi i dati sulle imprese vincitrici.
Applicazione concreta del modello standard del cartello di cantiere contenente tutte le informazioni essenziali e le verifiche del Responsabile Anticorruzione e dell’Ufficio Trasparenza che verrà istituito.

SERVIZI PUBBLICI  
Pubblicazione di tutte le Carte dei servizi relativi ai servizi erogati.
Adozione dell'atto di indirizzo sulla partecipazione civica per:
  • Informare ogni volta che l’Amministrazione procederà alla riorganizzazione di affido in (un) appalto di un servizio; 
  • Col supporto di associazioni, prevedere incontri per spiegare ai cittadini le caratteristiche principali che dovranno avere i servizi appaltati ed il loro funzionamento, le modalità di affidamento, raccogliendone le proposte riguardo gli standard previsti e la definizione del capitolato dei progetti;
  • Incentivare periodiche assemblee pubbliche e di quartiere, per condividere le scelte che riguardano la gestione del paese; 
  • La costituzione di un osservatorio per la trasparenza, con coinvolgimento diretto dei cittadini ed eventuali associazioni.
STATUTO COMUNALE  
Revisione dello Statuto comunale per le norme superate e da rivedere. Riorganizzazione delle commissioni e consulte, degli istituti di partecipazione diretta, dell'assegnazione degli spazi comunali, dei regolamenti obsoleti e impopolari ecc.
Sul sito comunale, i regolamenti e lo statuto verranno trattati separatamente dagli altri atti amministrativi, così da permettere una maggiore trasparenza ed una maggiore fruibilità per il cittadino

INFORMATORE COMUNALE  
Il giornale comunale nasce come pubblicazione periodica che entra nelle case per informare -con chiarezza e semplicità- i cittadini sulle azioni attuate o in via di risoluzione. Verranno spiegati gli atti, le delibere ed i provvedimenti intrapresi, i fatti accaduti e le iniziative adottate. Non deve essere usato politicamente per attaccare gli avversari o diventare passerella mediatica, ma come strumento per i cittadini, i ragazzi e gli anziani. Ci sarà spazio per tutti finalizzato ad una corretta e costruttiva informazione garantendo una corretta pluralità di idee.


SERVIZI SOCIALI E SANITA’

SEDRIANO IN SALUTE   
Ampliamento Centro Polifunzionale Medico (CPM) comunale aggiungendo agli ambulatori esistenti, un consultorio con ostetricia dedicato anche alle mamme ed ai bambini nel periodo post partum.
Sedriano a misura di bambino -  Dovranno essere messe in atto tutte le agevolazioni e le norme che esistono per la tutela del bambino e dell'adolescente, diritto allo studio, diritto al gioco, diritto all'ascolto, diritto di esprimersi liberamente con la parola, con lo scritto, il disegno, la stampa. Applicazione concreta della Convenzione sui Diritti dell’Infanzia e l’Adolescenza, approvata dall’Assemblea delle Nazioni Unite (ONU) il 20 Novembre del 1989. e che l’Italia ha ratificato e reso esecutiva  il 27 Maggio 1991 attraverso l’approvazione della Legge n.176/1991.

AMBULATORIO PEDIATRICO    
A Sedriano esiste un solo ambulatorio Pediatrico che consideriamo insufficiente. Chiederemo all’ASL la possibilità di aggiungere un altro medico Pediatra nel Territorio comunale per un maggiore servizio ed un'ulteriore opportunità di scelta.

SOCIALE  
Creazione di un albo delle tate e delle babysitter a cui si potranno rivolgere le persone o le famiglie che necessitano di un supporto per l’individuazione di personale specializzato;
Istituzione della ”Banca del tempo” nella quale volontari scambieranno la loro disponibilità, l'esperienza, l'abilità, attraverso del tempo dedicato ai bisogni degli altri.

ANZIANI  
Garantire un servizio di assistenza sanitaria domiciliare integrata (ADI) efficace ed efficiente, con costi sostenibili:
Migliorare il servizio pasti e la spesa a domicilio.
Proporre ai commercianti locali di concedere ai Sedrianesi residenti over 65, uno sconto del 10% tramite un voucher da spendere nei negozi alimentari.
Incrementare il servizio trasporto anziani malati o disabili che debbono sottoporsi a cure e terapie, particolarmente quelle più "pesanti" (occorrerà rivedere la convenzione con Croce Bianca) coinvolgendo pensionati, studenti o persone che si rendono disponibili ad accompagnare coloro che necessitano d'aiuto.
Creare un elenco comunale badanti con permesso di soggiorno e documenti in regola.
Possibilità di istituire la figura della badante di condominio che contemporaneamente possa dare aiuto a più anziani abitanti nello stesso stabile.
Promuovere corsi di ginnastica dolce per anziani che necessitano di attività fisica.
Rivedere o stipulare le convenzioni con le Residenze Sanitarie Assistenziali (RSA) dei paesi limitrofi al fine di facilitare l'ingresso e la presa in carico degli anziani di Sedriano che necessitano di questo servizio.
Anziano come risorsa: promuovere, in collaborazione con l'Associazione Pensionati Sedrianesi, iniziative per l’impiego di persone anziane in attività socialmente utili.

DISABILI  
Favorire il servizio di assistenza scolastica per bambini e ragazzi con disabilità);
Controllo, aggiornamento e relativa rimozione delle barriere architettoniche presenti nel territorio comunale.
Creazione consulta per le disabilità.
Aiutare l’eventuale integrazione lavorativa, laddove possibile.

GIOVANI  
Creazione di luoghi di aggregazione alternativi: spazi autogestiti dai giovani nei quali si possano incontrare per discutere, giocare, stare insieme. Potrà essere utilizzato come sede di eventi, mostre, music-contest, feste. In questo luogo sarà certamente presente un maxi-schermo;
Attivazione di un forum virtuale accessibile dal sito comunale in cui rispondere alle questioni poste dai ragazzi e giovani in merito alle loro problematiche;
Pubblicazione periodica di una guida “Opportunità formative del territorio” contenente tutte le proposte offerte da Sedriano e dai paesi limitrofi suddivisa per tipologie: corsi, concorsi, laboratori, lavori di gruppo, gruppi di studio ecc....;
Agevolare l’impegno dei giovani attraverso il Servizio Civile Nazionale attuando le convenzioni tra l’Ente Comunale e le associazioni che si occupano di volontariato.
Ripristino del Consiglio Comunale dei Ragazzi, interrotto dalla precedente amministrazione. Riteniamo questa esperienza utilissima per i ragazzi, perché avvicina concretamente i giovani alla gestione del bene comune, contrastando il dilagante disinteresse e la disaffezione alla politica (intesa come ”l’arte di governare la società”) imparando a non demandare le decisioni ad altri.
Riconsiderare l'assegnazione delle borse di studio in funzione del reddito: nel caso gli studenti superassero il numero massimo previsto, l'attribuzione avverrà privilegiando i nuclei familiari con minor reddito.

STRANIERI  
Ripristineremo corsi serali gratuiti per cittadini stranieri. Era un'opportunità attiva fino al 2013 rivolta ai cittadini stranieri residenti a Sedriano, necessaria per una migliore integrazione per coloro che, costretti a lasciare il proprio paese, hanno un immediato bisogno di relazionarsi con la comunità che li ospita;
Creare una consulta degli stranieri con lo scopo di favorirne la partecipazione alla vita pubblica cittadina come organo consultivo comunale a costo zero. E' lo strumento di collegamento tra la PA ed i cittadini stranieri residenti, per favorirne la piena e responsabile integrazione, il rispetto dei doveri civici, la tutela dei diritti, l'istruzione, la salute, dell'inserimento nel mondo del lavoro e la fruizione dei servizi sociali. Darà, inoltre, informazioni sulla documentazione necessaria per la regolarizzazione, il rilascio/rinnovo del permesso/carta di soggiorno, il ricongiungimento familiare ed il rimpatrio assistito.

TAVOLO NUOVE POVERTA’  
Coinvolgimento delle associazioni, di rappresentanti delle imprese, di commercianti e di cittadini per la valutazione di nuove iniziative quali Last minute market.
Riteniamo che, attraverso la promozione di quest’iniziativa si potrà contribuire a diminuire il flusso di rifiuti da gestire e si otterranno maggiori risorse per l'assistenza alle fasce più deboli della popolazione, recuperando i beni non utilizzati a fini sociali. Tutto ciò, si può realizzare grazie ad una rete locale in grado di avvicinare le imprese del territorio alle realtà del terzo settore. (In questo modo si prevengono e si riducono i rifiuti, recuperando i beni non utilizzati a fini sociali). La partecipazione attiva del comune permetterà di strutturare il progetto in maniera più efficiente ed efficace.


PARI OPPORTUNITA’ ASSOCIAZIONISMO E SOLIDARIETA’

ASSOCIAZIONISMO  
Identificheremo una ubicazione consona ad ospitare “La Casa delle Associazioni”, un posto, uno spazio di aggregazione e di espressione. Un luogo dove incontrarsi per dialogare, discutere, per esprimere liberamente la propria creatività e partecipare ad attività culturali.

REGISTRO DELLE UNIONI CIVILI  
"Un passo importante per la pari dignità sociale di tutti i cittadini" riconoscendo le coppie di fatto, in attesa che anche il Governo Italiano legiferi in tal senso. Adozione di un Regolamento comunale per l’istituzione del Registro delle Unioni Civili. In tale Regolamento sarà definita l’organizzazione e la disciplina per l’iscrizione e la cancellazione.Potrà essere richiesta da due persone maggiorenni residenti, coabitanti anagraficamente ed iscritte nel medesimo stato di famiglia. Chi si iscriverà al registro verrà equiparato al “parente prossimo del soggetto con cui si è iscritto” per garantirne l'assistenza. L’Amministrazione Comunale rilascerà, su richiesta degli interessati un attestato di “unione civile basata su vincolo affettivo” inteso come reciproca assistenza morale e materiale, in relazione a quanto documentato dall’Anagrafe della popolazione residente. 
Occorrerà -inoltre- riconoscere l’utilizzo delle sepolture non solo ai parenti e consanguinei, ma anche alle coppie di fatto iscritte al registro comunale. Tale novità è dettata dall’esigenza di adeguare i cimiteri alle evoluzioni della società e del concetto stesso di coppia. In linea con le nuove esigenze, sarà necessario dare maggior spazio alle aree destinate ad accogliere le ceneri dei defunti.  

SPORTELLO SEPARAZIONI E DIVORZIO  
Assistenza per le procedure semplificate per le soluzioni consensuali di separazione personale, di divorzio e di modifica delle condizioni di separazione o di divorzio, introdotte dal D.L. n. 132/2014, convertito nella legge n. 162/2014, tramite uno sportello di consulenza e aiuto gratuito per le coppie che vogliono avvalersi delle nuove disposizioni normative, così da utilizzare al meglio quello che la nuova legge offre. Questo consentirà un notevole snellimento burocratico per avviare una procedura di separazione o di divorzio nei casi previsti dalle norme. Tale modalità semplificata è applicabile direttamente in Comune, davanti al Sindaco o un suo delegato nella qualità di Ufficiale dello Stato Civile, ma solo in assenza di figli minori o di figli maggiorenni incapaci o portatori di handicap grave, ovvero economicamente non autosufficienti, ed a condizione che l’accordo non contenga patti di trasferimento patrimoniale. In caso contrario, è comunque possibile attivare altra procedura semplificata, la c.d. convenzione di negoziazione assistita con l’assistenza degli avvocati, senza passare davanti al Giudice.

SPORTELLO “AIUTO DONNA” - NON SEI SOLA  
La violenza di genere è un dramma dilagante, sempre più presente sul territorio nazionale e non solo. Sedriano non ne è esente.
Spesso le donne che la subiscono, non sono solo vittime di chi le maltratta, ma anche della vergogna che le porta a sentirsi colpevoli di una situazione che non hanno voluto, né creato.
Vogliamo avviare uno sportello "dedicato", a cui le donne possano rivolgersi con la certezza di essere accolte ed aiutate ad uscire dal loro dramma, grazie alla presenza di psicologi, avvocati e medici con una esperienza specifica, garantendo loro un accesso facile e anonimo.

STATUTO ANIMALI  
Lo statuto attuale è un mero compromesso, occorre perciò riscriverlo ampliandolo e rendendolo il più possibile uno strumento che, davvero, regolamenti la tutela di tutti gli animali presenti nel nostro Comune. Andranno implementati alcuni punti, quali il divieto di mettere in atto maltrattamenti o comportamenti lesivi nei loro confronti, regolamentare la detenzione di Animali nelle abitazioni con l'intento di dare un segnale forte alla cittadinanza. 
La promozione, sempre nell'ambito delle proprie competenze, di metodi alternativi alla sperimentazione animale nella ricerca scientifica. 
Provvederemo immediatamente alla rimozione dei cartelli presenti nel paese che vietano l’accesso degli animali nelle aree pubbliche, quali Piazza del Seminatore e parco delle Scuole.
Verrà istituita una periodica, ma continua, manutenzione delle aree cani presenti nel nostro territorio.
Istituiremo la figura del Garante degli Animali, che dovrà essere nominato tra coloro di riconosciuta competenza nel settore dei loro diritti, che attua il regolamento, denuncia o segnala fatti o comportamenti lesivi nei loro confronti.


CULTURA E ISTRUZIONE

CULTURA  
Vogliamo restituire al nostro territorio le attività culturali, ormai scomparse da tempo dall'agenda comunale di Sedriano attraverso la ri-istituzione di spazi e iniziative riguardanti le arti, l'artigianato ed il commercio.
Trasmettere le competenze acquisite con il coinvolgimento di singoli cittadini ed associazioni del settore, finalizzate alla realizzazione di progetti volti alla "valorizzazione dell’esperienza, della conoscenza e della manualità"
Le attività proposte, quali cineforum, concorsi per film o cortometraggi, mostre di fotografia e pittura, concorsi di poesia, teatro, musica e concerti, attività e fiere di paese si renderanno sostenibili economicamente con iscrizioni o sottoscrizioni.

Per negare con forza il luogo comune: "... Con la Cultura non si mangia", intendiamo portare avanti le seguenti iniziative: 
  • Attuazione del Piano di Diritto allo Studio;
  • Sarà nostro impegno inserire, durante l'anno scolastico, dei Progetti di prevenzione/informazione inerenti alle dipendenze, alla sessualità e alla salute.
  • Ci impegniamo a dar vita a percorsi di educazione alla cittadinanza, alla legalità, alla conoscenza della storia locale e del territorio (in collaborazione con Associazione dei Pensionati), all'alimentazione e all'ambiente.
  • Ottimizzare il servizio Centro Ricreativo Estivo comunale, per meglio gestire la qualità dei servizi offerti ripensando ad una rivisitazione delle rette.
  • Per favorire lo studio e la cultura sarà necessario ampliare la collaborazione con la biblioteca civica. Faremo in modo che possa disporre di aule dove gli interessati possano studiare. Tali aule, saranno dotate di una rete wi-fi, per facilitare la ricerca di materiali, testi, informazioni anche attraverso il proprio computer.
  • Lo sport a scuola: si studieranno progetti con le società sportive locali, per praticare le diverse discipline a scuola, implementandole. Ad esempio: atletica, pallavolo, basket, calcio, arti marziali, nuoto ecc.
  • Sportello anti-bullismo: si occuperà del controllo e prevenzione del fenomeno bullismo, dei comportamenti relazionali violenti del disagio giovanile negli istituti scolastici, con l'obbiettivo di monitorare e contrastare la diffusione di questi fenomeni.
  • Asilo nido “nessuno escluso”: nessuno bambino verrà escluso. Sarà necessario, in caso di saturazione dei posti disponibili, utilizzare finalmente la nuova ala costruita nel 2009 e mai usata. Se le richieste di iscrizione superassero l'offerta, stipuleremo una convenzione con gli asili privati presenti sul territorio, parificando la retta a quella comunale. Dell'eventuale maggior costo si farà carico l'amministrazione comunale. Valuteremo, nel caso di un probabile aumento demografico, l'eventuale costruzione di un nuovo asilo nido o il recupero di strutture esistenti. Escludiamo qualsiasi esternalizzazione del servizio. 
  • L'asilo nido è e resterà comunale.
CHIESA SAN BERNARDINO  
La chiesetta di S. Bernardino è stata ristrutturata dal Comune alla fine degli anni '80 investendo importanti somme. La stipula di una convenzione con la Curia Milanese, rinnovabile con cadenza quinquennale, ha consentito la sua consacrazione e le celebrazioni di carattere religioso. Al contempo  si garantiva anche un suo utilizzo laico concordando annualmente un calendario di iniziative civiche. E' quindi nostro intendimento restituire questo storico edificio anche alle attività culturali. 

AGENDA DIGITALE  
Promuoveremo “WiFi SEDRIANO”, un servizio che assicurerà la connessione ad Internet con banda larga ai computer portatili, palmari e telefoni cellulari di ultima generazione. 
Le aree “Hotspot” saranno predisposte dal comune per garantire a tutti i cittadini di Sedriano, dotati di un dispositivo wireless, la connessione gratuita e veloce ad Internet a qualunque ora e senza particolari autorizzazioni o specifiche licenze: basterà una semplice registrazione.
“WiFi SEDRIANO” rappresenterà un passo avanti verso la multimedialità, dove comunicare diventerà facile grazie all’utilizzo delle nuove tecnologie.
Pensiamo a siti di “Open wi-fi” nei luoghi principali del paese, per esempio, piazza del Seminatore, piazza Cavour, la biblioteca, i parchi ecc.


LAVORO, VALORIZZAZIONE DEL TERRITORIO E URBANISTICA

SPORTELLO LAVORO  
Proporre -nel limite delle competenze comunali- corsi di formazione per cittadini che perdono il lavoro aiutandoli a rimettersi in gioco, predisponendo istituzione di un team di persone ed uno sportello di ascolto per queste nuove forme di disagio sociale. Queste strutture si dedicheranno all'individuazione e alle modalità di accesso ai fondi europei a sostegno del lavoro, turismo, cultura, agricoltura ecc.

Suggeriranno, inoltre, opportunità riguardanti le leggi per avviare attività in cooperazione, aperture di partita IVA per piccola imprenditorialità, indirizzamento verso bandi nazionali ed europei per ottenere contributi economici per start-up e imprenditoria giovanile.

Abbiamo in progetto di istituire “punti d'ascolto sociali” in collaborazione con patronati e CAF (INPS) per supportare -nelle procedure- i lavoratori prossimi alla pensione o con problematiche fiscali.

VALORIZZAZIONE DEL TERRITORIO  
Buona parte del territorio sedrianese è composto da aree agricole del Parco Sud, cascine storiche e fontanili. Questa è una nostra peculiare caratteristica.
Questo ci distingue da molti comuni confinanti. 
Tutto ciò va mantenuto, salvaguardato, valorizzato e custodito. Tutelare questo patrimonio sarà una delle nostre più importanti priorità. 

URBANISTICA  
Ci occuperemo di esaltare l’identità del Nucleo di Antica Formazione abitato, risolvendo le criticità veicolari con un riassetto della mobilità locale chiudendo al traffico alcune zone centrali del paese. Pensiamo ad esempio alla pedonalizzazione definitiva di Piazza Cavour, al riordino degli elementi urbanistici presenti inserendo aree verdi, percorsi pedonali e ciclabili, disegnando un centro facilmente riconoscibile e vivibile.  Come cittadini rileviamo un'area centrale fortemente congestionata durante il giorno, ma pressoché deserta al di fuori degli orari di lavoro: questo lo priva di identità e significato. Bisogna ripensare il centro cittadino come ambito di socializzazione per l’intera comunità.

Sedriano è un paese vivo e vitale, non è sicuramente un dormitorio dove rifugiarsi al termine della giornata. Per riappropriarsi delle vie e delle piazze occorrerà organizzare momenti di socializzazione e ritrovo, di iniziative culturali e ricorrenti durante tutto l’anno. Pensiamo a mostre, sagre, mercati delle pulci e dell’antiquariato, mostre di quadri e libri, mercati alimentari di filiera corta e bio per valorizzare i prodotti locali.

L’urbanizzazione primaria comprende strade, fognature, luci, acquedotti e gasdotti, rete telefonica ecc. quella secondaria gestisce tutte le opere di un centro abitato destinate a produrre servizi di interesse collettivo, in materia di economia, istruzione, cultura e tempo libero, finalizzate a migliorare la qualità della vita dei suoi abitanti. Tra queste, asili nido e scuole materne, scuole dell’obbligo e strutture e complessi per l’istruzione superiore dell’obbligo, mercati di quartiere, chiese e altri edifici per servizi religiosi, impianti sportivi, centri sociali e associativi e attrezzature culturali e sanitarie, aree verdi di quartiere ecc.
Entrambe sono importantissime per la comunità.

OPERE PRIMARIE  
Nella manutenzione di tali opere, per conseguire un risparmio energetico e ridurre i costi, si renderanno necessari:
  • Un censimento e verifica dell’illuminazione pubblica del paese per applicare concretamente, là dove non è ancora stato fatto, la L.R.17/2000, volta al risparmio energetico ed a limitare l’inquinamento luminoso; 
  • Riprogettare l’orientamento della luce pubblica, evitando, quando le condizioni lo rendono possibile, una sovra-illuminazione;
  • Utilizzare ove possibile, riduttori di flusso per ottimizzare l'energia impiegata, sostituendo gradatamente le lampade esistenti con quelle a Led e incentivare l’uso di apparecchi, fari  e riflettori ad alta efficienza; 
  • Individuare un sistema per la regolazione di ciascun punto luce, sulla base delle reali necessità (densità del traffico, ora/stagione, esigenze particolari quali sagre o eventi serali) e applicare la sostituzione dell’illuminazione votiva con lampadine a led;
  • Potare adeguatamente gli alberi costituenti ostacolo ad una efficace illuminazione notturna;
  • Aderiremo all'iniziativa “Mi illumino di meno”, spegnendo luci di monumenti e Uffici Pubblici negli orari previsti, per richiamare l’attenzione della cittadinanza ad un uso consapevole e sensato delle risorse energetiche. Promuoveremo tale iniziativa nelle scuole di ogni ordine e grado e per creare nei piccoli cittadini sedrianesi uno spirito ecologista, sensibile al risparmio energetico.  "Spegni lo spreco ed accendi la cultura”;
  • Verificare l'adeguatezza dell’apparato fognario del comune per monitorarne la situazione strutturale, la portata delle acque reflue anche in previsione del probabile aumento demografico correlato a nuovi insediamenti abitativi.
  • Curare, valorizzare e salvaguardare i fontanili presenti nel territorio comunale e renderli fruibili ai cittadini, quali ultimi segni/simboli rimasti presenti e testimonianza della nostra identità rurale, dopo la scomparsa delle Filande.   
  • Via Donatori del Sangue. Questa via, che va dalla rotonda Sulis, costeggiando le case Gescal, fino al Centro commerciale Bennet, è priva di marciapiede su entrambi i lati.  In alcuni punti, siepi e alberi crescono senza controllo a bordo strada ed invadono la carreggiata stradale, creando disagio agli automobilisti che la percorrono. Provvederemo a mettere il tutto in sicurezza, creando i marciapiedi mancanti e prevedendo un attraversamento pedonale. Questa soluzione, renderà più agevole e sicuro raggiungere a piedi la zona commerciale provenendo dalla Roveda. 
  • Risistemazione manto stradale piazza della Repubblica.
OPERE SECONDARIE         
EDIFICI SCOLASTICI. Resta di primaria importanza, continuare il lavoro sin qui fatto dalla Commissione Straordinaria, per mantenere in sicurezza, sistemare, ove necessario, gli edifici scolastici che non versano in buone condizioni strutturali considerata la loro vetustà. Seguiremo scrupolosamente i previsti lavori di bonifica dell'amianto. Proponiamo l'installazione di pannelli fotovoltaici e termici solari quale utilità energetica ed economica. Ci auguriamo che questo possa costituire esempio virtuoso per i cittadini attenti alle problematiche ambientali. 
FRAZIONE ROVEDA. L’edificio scolastico è privo da anni di una degna palestra. Quella attuale è un semi-interrato, con il soffitto troppo basso e i numerosi pilastri limitano la presenza e la sicurezza delle persone. Buona parte dello stesso inoltre, ospita la mensa scolastica. Pensiamo alla costruzione di una nuova palestra che potrebbe sorgere adiacente alla scuola, con ingresso autonomo da via Picasso, cosicché negli orari di fine scuola, possa essere utilizzata per ospitare attività sportive quali: Judo, Karate, Yoga, Thai Chi Chuan, pallavolo, ginnastica dolce per anziani ecc. Dovrà essere una struttura ecosostenibile, che utilizzerà le tecnologie di bioedilizia finalizzata a limitare il consumo di risorse non rinnovabili, impiegando materiali ecologici.
VILLA ALLAVENA. Per valorizzare il centro cittadino sarà necessario riqualificare la villa Allavena, riconvertendola da rudere a centro socio-culturale, nel quale trasferire la biblioteca comunale. Pensiamo alla creazione di un caffè letterario che nel periodo estivo utilizzi il giardino adiacente per lettura e studio, per organizzare mostre, iniziative, ricorrenze, presentazione di libri ecc. ecc. sotto i bellissimi alberi secolari. Inserire nella struttura architettonica della villa, spazi ludico-culturali per associazioni e iniziative comunali. E' un progetto ambizioso che richiederà ingenti risorse di difficile reperibilità, ma davvero importante.
PIAZZA DEL SEMINATORE. La piazza presenta problemi di cedimento strutturale; alcune parti stanno collassando provocando dislivelli, rotture nella pavimentazione, palesemente visibili. In alcuni punti si sono evidenziate preoccupanti crepe. Prima di qualsiasi intervento progettuale, la piazza del Seminatore dovrà essere in tal senso ristrutturata. La fontana, che rappresenta l’ultimo preciso riferimento storico del nostro territorio: “I Fontanili”, (le Filande sono state tutte abbattute!) andrà valorizzata e riqualificata rendendola degna, fruibile e visibile.

POLITICHE PER LA CASA  
Denunciamo una politica di edilizia pubblica assolutamente assente. Oggi l’edilizia residenziale privata o convenzionata presenta centinaia di unità abitative sfitte/invendute.
Sarà necessario quantificare gli immobili disponibili, fotografando la situazione attuale aderendo alla Campagna Nazionale “Stop al Consumo di Territorio e difesa del suolo”. Non un metro quadro di terra a destinazione agricola o verde sarà trasformato in edificabile.

CASA A PREZZI ACCESSIBILI  
Housing sociale - Incentivare le ristrutturazioni degli stabili esistenti e delle corti, anziché costruirne di nuove. Per le nuove costruzioni chiederemo l’applicazione di prezzi accessibili, dando spazio particolarmente all’edilizia convenzionata agevolata, privilegiando bassi redditi e giovani coppie, incentivando la nuova modalità di locazione con patto di futura vendita, destinata ai cittadini che non riescono ad accedere al "bene casa". 

Per queste ragioni, siamo assolutamente contrari all'ipotesi che l'area dismessa "ex Borletti" possa essere trasformata (anche parzialmente) in un ulteriore polo commerciale, così come si evince dai documenti VAS e dal PGT in fase di revisione. Sedriano non ha bisogno di ulteriori centri commerciali, ma di strutture per i cittadini, per fare in modo che all'interno del nostro comune possano sorgere luoghi di aggregazione e di svago. Perché non pensare a una nuova piscina, un polo sportivo, un bowling o un auditorium per la musica, cinema o teatro.


AMBIENTE, ECOLOGIA, MOBILITA’ E TRASPORTI

AMBIENTE ED ECOLOGIA  
Intendiamo rivalutare la figura della "guardia comunale volontaria" al fine di contrastare l'uso del territorio come discarica abusiva.

Proponiamo l'apertura prolungata dell'Ecocentro con orario senza interruzione, dal lunedì al sabato: unico.

Ma anche il comune dovrà fare la sua parte. L’obiettivo sarà la riduzione dei rifiuti nelle mense scolastiche e negli edifici comunali.
  • Pensiamo, per esempio, all’eliminazione delle stoviglie usa e getta nelle mense scolastiche valutando l’utilizzo di prodotti riciclabili o lavabili e quindi riusabili. S’incentiverà l’acquisto di prodotti alimentari da aziende agricole limitrofe (filiera corta) e/o da agricolture biologiche.
  • Si consegneranno ai cittadini, opuscoli, calendari, vademecum per tipologia di rifiuto per aiutare la giusta comprensione delle modalità di smaltimento rifiuti.
  • Si promuoveranno dei corsi, anche nelle scuole, come forma di educazione civile. Verranno sostituiti gli attuali cestini tradizionali con quelli a tre scomparti carta/plastica/rifiuto secco, sorvegliando le zone particolari del territorio dove si abbandonano i rifiuti, sanzionando comportamenti incivili.
  • Si procederà alla riduzione delle tariffe a carico dei cittadini con la modifica della tariffazione per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti in base al peso o al numero di conferimenti della frazione secca (la cosiddetta indifferenziata) che è la parte più costosa da trattare.
  • Verrà proposto l'utilizzo di fascette riportanti un codice a barre personale per la chiusura di ogni sacchetto in modo da consentirne la tracciabilità e premiare i cittadini virtuosi concedendo un risparmio sulla tassa, disincentivando il cattivo conferimento.
  • Proporremo l'utilizzo per tutti di un apposito raccoglitore per agevolare la raccolta del rifiuto carta.
  • Valuteremo un centro di compostaggio per la raccolta dei rifiuti organici delle strutture per l'infanzia e mense scolastiche. Il prodotto finale, potrà essere utilizzato per la fertilizzazione del verde pubblico comunale, di orti didattici da creare nelle scuole e orti comunali.
  • In aggiunta, secondo i volumi di compost che si otterranno, sarà possibile prevedere di fornire o scambiare il prodotto con aziende agricole locali.  Andrà incentivato il compostaggio domestico. L'ufficio ecologia, a richiesta, fornirà gli appositi contenitori in comodato d’uso.
  • Negli uffici pubblici si incentiverà l'utilizzo di cancelleria riciclata, fotocopiatrici e fax a basso consumo energetico e toner ricaricabili. Si utilizzeranno inoltre prodotti biodegradabili per la pulizia degli stabili comunali.
VERDE PUBBLICO  
Il verde cittadino per le sue molteplici funzioni, come quella di ridurre la rumorosità, seppur di pochi decibel, di abbattere le polveri e lo smog in sospensione, di mitigare le temperature estive, ma anche per i suoi benefici effetti psicologi e ricreativi, costituisce un autentico, prezioso patrimonio collettivo e come tale da tutelare, preservare, riqualificare, incrementare. Occorre in tal senso promuovere un censimento generale, avvalendosi di personale qualificato utile per determinare lo stato di salute di tale patrimonio, individuare le aree da ripristinare con idonei interventi, quelle da piantumare ex novo, completare i filari alberati sostituendo gli esemplari deceduti. 
La crisi economica in primis, ma soprattutto la sensibile riduzione dei trasferimenti statali si sono anche tradotti nella totale assenza di interventi in questo ambito, determinando un generale decadimento della sua qualità complessiva. Occorre dunque avviare un sistematico piano di interventi per recuperare al più presto e nel modo migliore gli anni di pressoché totale trascuratezza. Con questo rinnovato interesse consideriamo la manutenzione del verde elemento essenziale a cui prestare la massima attenzione, non intesa solo come un numero determinato di sfalci del manto erboso, quanto piuttosto come un più vasto e qualificato lavoro che preveda la sistemazione di arbusti ed alberi, volto non solo a ingentilire esteticamente il paesaggio urbano, quanto a migliorare costantemente la qualità del "verde". Pertanto per la manutenzione si seguirà il criterio della maggiore professionalità possibile, doverosamente richiesta e opportunamente documentata e non quello del minor prezzo possibile proposto da aziende che sovente si avvalgono di personale stagionale non opportunamente preparato. Considerato il costo economico complessivo richiesto per la manutenzione, deve essere valutata, quale alternativa, una gestione in house di questa attività, ponderando coerentemente ed opportunamente i costi/benefici e, se del caso, promuovendo accordi con i comuni contermini per una più efficiente e razionale economia gestionale. Indifferibile ripensare in una nuova e diversa logica i collegamenti tra le frazioni, le cascine ed il nucleo urbano creando percorsi periurbani alberati da percorrere in totale sicurezza. ” Festa della piccola Foresta” Ripristinare la buona prassi di piantare un albero per ogni nuovo nato. Riforestare l'area libera di Via Treves di ca 1,3 ettari, già in passato inserita nel progetto "il metrobosco" della Provincia di Milano, inquadrandola nel più globale progetto di riqualificazione della vicina ex "Cava Bottoni". Si creerebbe così un vasto polmone verde rinaturalizzato, unico nel contesto cittadino per peculiarità e caratteristiche. Reperire un'area per l'allestimento di orti urbani non solo per combattere la crisi alimentare ma anche quale motivo di aggregazione e condivisione sociale.

SEDRIANO SI MUOVE
Attivazione della zona 30 km orari in via De Amicis. Questo per creare realmente un paese a misura d'uomo, valorizzando l'uso della bicicletta.

Chiusura di Piazza Cavour che deve tornare ad essere una piazza a tutti gli effetti. Un luogo di incontro, di socializzazione e di svago.

Sicurezza stradale: oltre alla zona 30, individuazione (tramite assemblee e sopralluoghi) di tutte le problematiche riguardanti la viabilità e rendere sicure le piste ciclo/pedonali di via De Amicis/Mazzini.

Risoluzione dei problemi di viabilità in piazza Gandhi.

TRASPORTI PUBBLICI
Promuovere l'integrazione del biglietto bus + metro + passante. Sedriano deve diventare il comune capofila affinché anche nella nostra zona, con un solo biglietto sia possibile utilizzare l’autobus (extra urbano e urbano), la metropolitana ed il passante ferroviario. Stop alla costruzione di nuove strade: è indispensabile incentivare e potenziare il trasporto pubblico locale. Insisteremo oltremisura presso la Regione e la città metropolitana.

Navetta stazione ferroviaria Vittuone. Vista la presenza della vicina stazione con passante ferroviario, proporremo una servizio bus tra la stessa e Sedriano, promuovendo il trasporto su rotaia e riducendo quello su gomma. Oggi il passante in questione è enormemente stressato, da qui, la necessità insieme agli altri comuni di sollecitare Regione e Ferrovie affinché il servizio venga adeguato alle reali necessità.

Istituzione della figura del Mobility Manager di Area del magentino presso l'Ufficio Tecnico del Comune per razionalizzare i servizi pubblici di trasporto sul nostro territorio, e fornire una struttura di supporto e coordinamento tra responsabili della mobilità aziendale e dei Comuni limitrofi. Il Mobility Manager promuoverà iniziative di mobilità sostenibile sul territorio, fornirà strumenti concreti e supporto informativo alle aziende, gestirà le relazioni con gli operatori del trasporto pubblico locale, identificherà possibili servizi da offrire ai dipendenti delle imprese raccoglierà le esigenze dei fruitori del servizio e le invierà alle aziende che forniscono il servizio. Il Mobility Manager potrà pianificare una rete integrata intermodale dei trasporti pubblici per consentire ai cittadini di muoversi tra i paesi limitrofi usufruendo delle diverse tipologie di mezzi di trasporto (bici, autobus, treno). Promuoverà una maggiore efficacia nella comunicazione agli utenti degli enti fornitori dei servizi; ottimizzerà e razionalizzerà gli orari e le coincidenze orarie dei mezzi di servizio pubblico extraurbano (treni, pullman) e urbano; ricercherà l'accesso a finanziamenti ministeriali per progetti specifici e piccoli progetti per una mobilità sostenibile.


SPORT E TEMPO LIBERO E SICUREZZA

SPORT  
La disponibilità di risorse spesso carenti, induce talvolta a contenere gli investimenti in settori come lo sport ed il tempo libero, forse perché non da tutti vengono intesi come “primari". Non è certamente quello dello sport - particolarmente quello giovanile - il settore da penalizzare. I ragazzi, soprattutto in momenti di difficoltà come quelli attuali, necessitano di forti riferimenti e stimoli anche - e particolarmente - fuori dal contesto familiare. L'amministrazione ha il dovere di sensibilizzare, supportare, fornire strutture e servizi che indirizzino i giovani aiutandoli nella loro crescita. A questo proposito, è nostra intenzione coinvolgere le persone che hanno volontà di collaborare in questo senso ed aiutare a perseguire questi obbiettivi in ambito sportivo. 

Ci piace pensare ad un gruppo "selezionato" di volontari che prelevino, in un punto di raccolta stabilito, i bambini che devono essere accompagnati a praticare sport.

Potremmo in questo modo, fornire un importante aiuto ai genitori che hanno problemi di lavoro e non privare i ragazzi di questo piacere e opportunità. Tale servizio coinvolgerà – naturalmente - anche i “diversamente abili”.

Rivedremo, implementandole, le convenzioni esistenti con le associazioni sportive che operano nel settore, ottimizzandole dove necessario. Si eseguiranno minuziose verifiche sullo stato attuale delle strutture sportive esistenti, provvedendo ad una loro manutenzione periodica. Verificheremo -tramite aziende specializzate- che nel loro interno non vi siano materiali gravemente nocivi come, ad esempio, l'amianto. Nel caso si procederà ad immediata bonifica attingendo - se possibile - ad eventuali fondi statali o regionali. 

E' risaputo che per il campo sportivo comunale si rendono necessarie alcune importanti integrazioni strutturali. Completeremo la realizzazione di una piccola tribuna, a lato del campo sintetico dove giocano tutte le categorie giovanili, dando seguito ai suggerimenti pervenuti dai genitori. Sarebbe opportuno recintare il campetto da calcio a 5 in sintetico, per consentire anche l'utilizzo a pagamento ai cittadini che lo richiedono. 

Pensiamo di recuperare la struttura coperta della bocciofila, da molto tempo inutilizzata; l'intento, è quello di riattivare questo spazio perché possa essere fruito nel migliore dei modi.

La piscina comunale oltre ad evidenziare seri problemi strutturali, da tempo non è più in grado di soddisfare le crescenti esigenze della cittadinanza, non consentendo la libera attività natatoria, sia perché occupata da corsi, che per le chiusure coincidenti spesso con quelle scolastiche. Prevediamo la costruzione di una nuova piscina più grande ed attrezzata che soddisfi le esigenze del comune anche in previsione dell’aumento demografico. La sua collocazione prenderà in considerazione il recupero degli spazi esistenti o sceglierà quelli più adatti, che certamente non mancano. 

Valuteremo, nel frattempo, una convenzione con il comune di Vittuone per l'utilizzo condiviso della nuova piscina comunale.

Regolamenteremo le convenzioni con le realtà locali esistenti attivandone di nuove allo scopo di offrire le migliori opportunità ai nostri giovani e a tutti coloro che desiderano frequentare dello sport amatoriale.  

Nella nostra comunità manca un luogo dove fare atletica, ad eccezione di quello presente all'interno del giardino della scuola media Pirandello, attualmente impraticabile in quanto degradato ed in pessimo stato. 
Sarebbe opportuno sistemare questa struttura (e relativi spogliatoi) per dare modo agli studenti di effettuare al meglio le previste attività motorie e sportive. Sarà così possibile offrire nuove opportunità ai nostri ragazzi e magari organizzare eventi di atletica -a respiro intercomunale- anche nel nostro territorio, così come accade con altri sport. Riserveremo particolare attenzione anche alla sicurezza di tutti gli sportivi che frequentano questi luoghi, dotandoli obbligatoriamente di attrezzature -quali i defibrillatori cardiaci- che possano essere utilizzati in casi di necessità.

Saranno inoltre realizzate strutture esterne come campetti da basket o da calcio e percorsi ginnici attrezzati.

Tutte le società sportive locali, verranno coinvolte in un processo di ripensamento e riorganizzazione del sistema attraverso il quale avviene l'assegnazione degli spazi.                                                          

Occorre adeguare il patrimonio esistente alle esigenze della società e non viceversa, come è accaduto fino ad oggi. 

Primario obbiettivo sarà quello di mantenere alto il livello di collaborazione tra le associazioni sportive presenti ed i nostri assessorati -sport, politiche giovanili, cultura ecc. per promuovere eventi cultural-sportivi all'interno del territorio: 
  • Creazione di nuovi eventi sportivi per giovanissimi che diventeranno appuntamenti ricorrenti nel corso degli anni.
  • Proporre percorsi enogastronomici per la promozione degli acquisti "consumi a chilometro zero".
  • Prevediamola possibilità di creare una "Maratonina" per bambini.

E poi, gare di nuoto, ciclocross, street dance - hiphop, free style-, mini tornei di tennis, corsi di autodifesa per ragazze ecc.

Intendiamo dare l’opportunità di praticare nel nostro comune anche altri sport attualmente non presenti e dare spazio a quelle discipline che vengono puntualmente soffocate da altre più diffuse. Ad esempio ci piacerebbe portare a Sedriano il rugby.      

Tutto questo potrebbe portare i vari sport a "dialogare" tra di loro in maniera tale da poter pensare alla costituzione di una Polisportiva Sedrianese.

TEMPO LIBERO  
Passeggiate guidate ludico/sportive all'interno del Parco del Ticino accompagnati da guide ambientaliste, per mantenere alta l'attenzione ed accrescere una sana mentalità nei confronti dell'ambiente.

Desideriamo creare un centro socio-culturale dove si possano promuovere eventi, attività ludiche e -perché no- anche a corsi dell’Università delle tre età, mettendo a disposizione gli spazi necessari.

Saranno riconsiderati i comodati d’uso delle sedi delle associazioni.

Pensiamo di istituire, nel giorno di S. Valentino, una festa per i cittadini Sedrianesi che festeggeranno il 50° anniversario di matrimonio nell'anno, omaggiandoli di un week end a spese del Comune.

Intendiamo identificare un'area adeguata dove predisporre, nel periodo estivo, un cinema all'aperto. 

METTIAMO LO SPORT IN RETE E AIUTIAMO LE SOCIETA’ A FARSI CONOSCERE  
Si offrirà a tutte le società sedrianesi, di qualsiasi disciplina, la possibilità di farsi conoscere, attraverso il sito internet comunale (con un’apposita sezione nel portale) e gli strumenti informativi a disposizione dell'Amministrazione: referenti, recapiti, loro attività, indirizzi, categorie sportive, giorni degli allenamenti, un calendario, “planner” che unifichi tutti gli avvenimenti sportivi più importanti dell’anno, potranno creare una mailing list per informare gli interessati, attraverso posta elettronica, sulle novità sportive locali, risultati, iniziative e quant'altro. 

Per questi motivi, sarà importante rivalorizzare la Consulta Sportiva coinvolgendola direttamente nella programmazione operata dall’assessorato allo Sport. Si dovrà anche offrire la possibilità agli sportivi Sedrianesi non iscritti ad un'associazione sportiva, di accedere alle strutture.

SICUREZZA  
Riportare la Polizia locale a “tutore” dell'educazione stradale dei cittadini. Negli ultimi anni, questo priorità è stata dirottata su altre -secondarie- necessità.

Con la collaborazione delle forze dell'ordine organizzare eventi ed incontri per la prevenzione di furti nelle abitazioni, rapine per strada e truffe agli anziani. 

Distribuzione di un vademecum ai cittadini con alcuni suggerimenti da adottare per la sicurezza propria e del luogo in cui si vive.

Controllo e sistemazione della segnaletica stradale (cartelli e asfalto) in forte degrado.

Controllo delle piste ciclabili del territorio spesso utilizzate come parcheggi o discariche abusive


PERCHE' VOTARE SdS ?
Perché negli anni della precedente giunta, siamo stati gli unici a fare una vera e dura opposizione, per quanto non presenti in Consiglio Comunale.
Perché non abbiamo sempre detto no per partito preso, ma siamo sempre entrati nel merito delle questioni.
Perché per noi fare opposizione significa anche suggerire e costruire; ad ogni nostra critica è sempre seguita una proposta.
Perché siamo diversi ed orgogliosi di esserlo.
Perché lavoriamo sempre e soltanto per il bene comune e abbiamo in mente tante buone idee per migliorare Sedriano.
Perché non guardiamo in faccia nessuno.

Perché non accettiamo compromessi e non svendiamo la nostra identità di Sinistra, anzi ne andiamo fieri.
Perché non facciamo proclami o promesse, ma solo fatti.
Perché se non vinceremo intendiamo fare una vera opposizione all’interno del Consiglio Comunale, ciò che non ha mai fatto nessuno… 
Perché noi a differenza di tutti gli altri, non abbiamo una sola persona al comando : collegialmente, saremo il sindaco di tutti.
Perché abbiamo lavorato tanto ed i risultati sono sotto gli occhi di tutti:  per noi parlano solo i fatti.
Perché siamo un vero movimento nato dal basso, lontano dalle logiche partitiche, di Sinistra, quella vera, quella con la S maiuscola.
Perché la nostra presenza in consiglio comunale sarà una garanzia per tutti i cittadini.
Perché se realmente hai a cuore Sedriano siamo gli unici a cui puoi dare il tuo voto.
LA NOSTRA SQUADRA 
Candidato Sindaco: 
Rossella Luongo (IMPIEGATA RISORSE UMANE ENTE PUBBLICO)

Candidati alla carica di consigliere comunale: 
Ivan Biondi (IMPIEGATO E DELEGATO SINDACALE)
Lucio Riosa (PENSIONATO, EX QUADRO AZIENDALE COMMERCIO)
Tiziana Materozzi (CONTITOLARE SARTORIA TEATRALE)
Massimiliano Chervino (LIBRAIO)
Francesco Colombo (EDUCATORE)
Antonio Fusi (PENSIONATO, EX IMPIEGATO DI BANCA)
Vittorio Bressi (AVVOCATO)
Adelaide Pizzo (IMPIEGATA AMMINISTRATIVA ENTE PUBBLICO)
Gabriele Zenaboni (COORDINATORE EDUCATORI NEUROPSICHIATRIA INFANTILE)
Chiara Ubezio (IMPIEGATA E CANTANTE)
Andrea Oldani (IMPRENDITORE IN COMUNICAZIONE)
Viviana Borriello (PLANNER & ECOMMERCE MANAGER)
Fabio Leone (COUNSELOR TEATROTERAPEUTA)
Luciana Pignataro (LIBERA PROFESSIONISTA)


IN CONCLUSIONE
Per questo è importante lasciare che certe cose se ne vadano.
Si distacchino.
Gli uomini hanno bisogno di comprendere che nessuno sta giocando con carte truccate: a volte, si vince; a volte, si perde.
Non aspettarti che riconoscano i tuoi sforzi, che scoprano il tuo genio, che capiscano il tuo amore.
Bisogna chiudere i cicli.
Non per orgoglio, per incapacità o superbia.
Semplicemente perché quella determinata cosa esula ormai dalla tua vita.
Chiudi la porta, cambia musica, rimuovi la polvere.
Smetti di essere chi eri e trasformati in chi sei.

Paulo Coelho - Lo Zahir

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...