martedì 25 giugno 2019

Anche quest’estate: stessa spiaggia stesso mare... stessa MOVIBUS

Nel mese di agosto lo slogan di MOVIBUS “sempre in movimento” potrebbe essere sostituito con quello più veritiero “in estate vietato viaggiare con i mezzi pubblici”.

Già da alcuni anni nei mesi estivi, senza valide argomentazioni e col silenzio connivente degli amministratori locali dell’Ovest Provincia di Milano - che beatamente tacciono- la società MOVIBUS applica un’assurda politica riduttiva ed eccessivamente drastica, delle sue corse giornaliere.

Dal 5 al 25 agosto 2019, 12 linee extraurbane vengono interamente soppresse e ad altre 11 viene pesantemente ridotto l'orario apportando un drastico taglio alle corse serali, (già normalmente poche durante l'anno). 
Quindi anche quest'anno dopo le ore 20 vigerà il deserto dei mezzi pubblici. 

sabato 22 giugno 2019

Scaravella: tutto bene quel che finisce bene

Dopo uno scambio di numerose mail, pec ed altra corrispondenza con l'amministrazione comunale nelle quali chiedevamo di prendere in considerazione l'installazione di un impianto semaforico  a chiamata, per consentire ai residenti della Cascina Scaravella di immettersi sulla Provinciale con più facilità e soprattutto sicurezza; ebbene, queste insistite sollecitazioni hanno avuto, alla fine, buon esito.  
Qualche mese fa, la Polizia Locale ha elaborato, in collaborazione con gli uffici, un progetto di massima che i residenti hanno successivamente contribuito ad integrare e migliorare fattivamente.
In quel momento però, l'amministrazione aveva anche comunicato la necessità di posticipare l'avvio dei lavori in attesa di reperire le risorse necessarie. 

mercoledì 19 giugno 2019

Sfiducia : la scena muta di Rossi

Chi era presente alla seduta del Consiglio Comunale del 18 giugno, convocato altresì fuori tempo massimo, con all'ordine del giorno la richiesta di dimissioni del vice sindaco Rossi sarà rimasto esterrefatto dall'appassionata, veemente ed emotiva difesa, a salvaguardia della propria onorabilità, da parte dell'interessato. Un infervorato Rossi che spiega e giustifica in modo coerente il suo comportamento e/o che smentisce, a muso duro, le illazioni sull'uso improprio e disinvolto del pass disabili, esposto, probabilmente, più frequentemente di quante sia stato inequivocabilmente comprovato.
Naturalmente scherziamo, anche se l'argomento non lo è.

sabato 15 giugno 2019

To' guarda: convocato il Consiglio Comunale!

Le convocazioni dei Consigli Comunali, a Sedriano, stanno diventando una eccezionalità, nel corso della legislatura Pentastellata si sono via via rarefatti e, temiamo finanche, per la loro sopravvivenza, almeno sino alle prossime elezioni. Vien da pensare, non senza comprovate ragioni, si svolgano contro il parere ed il volere dell'Amministrazione e solo perché contemplati da norme e da leggi che ne disciplinano convocazione e materie. Altrimenti bye bye alle decisioni assunte in versione aggiornata e rivista di "coram populo" (al cospetto del popolo) com'è appunto quella del Consiglio Comunale, espressamente previsto in forma pubblica, dove in modo trasparente dovrebbero essere assunte le decisioni più consone ed utili per l'intera collettività. Quindi vadano pure al diavolo i confronti approfonditi, documentati, esaurienti, meglio prediligere lo "strumento" alternativo delle deliberazioni di Giunta, invero democraticamente un po' grossolano, ma di certo più spedito ed efficace. Un alzata di mano e, d'incanto, ecco la stupefacente risoluzione delle questioni. 
D'altra parte è un atteggiamento coerente da parte di coloro che, ripetutamente, dichiarano di non volersi confrontare con l'espressione della rappresentanza politica dei cittadini, ma solo con questi ultimi. Con quale forma e in che modo non è noto. Rudimentale forma di pensiero da parte di chi dovrebbe rappresentare una comunità, il vertice di una piramide rovesciata, ovvero la sintesi di tutte le opinioni. Ma tant'è questa è l'età (dopo quella della pietra, del rame, del bronzo ecc) delle scatole di tonno, anche lui, però, in estinzione.

giovedì 13 giugno 2019

Il valzer delle deleghe

Gentile sig. Cipriani, leggiamo la sua lettera - che alleghiamo- e innanzitutto desideriamo liberarla da un eventuale dubbio. 
Noi di SdS siamo "sicuramente" documentati: sempre. Altrimenti, senza queste certezze, non entriamo nell'argomento. 
Per esempio, lei ci informa che la dirigente scolastica Alessandra Grassi ha incontrato le famiglie e "le risulta" che il problema relativo ai ragazzi esclusi dal tempo pieno si sia risolto. 
Allora... il problema c'era? Eravamo bene informati? Conosciamo l'argomento? Siamo preparati?
O ha raccontato - a noi ed ai Cittadini- la solita patacca?

domenica 9 giugno 2019

Recinzioni è sinonimo di sicurezza?

Da parecchie settimane non si fa altro che parlare di chiusure, recinzioni e cancelli usando come unica argomentazione "la sicurezza"
Ma siamo certi che il modo più idoneo per sentirsi protetti sia quello di recingere tutto? 
Non è piuttosto una soluzione  più confacente a caserme, carceri e zoo? 
Abbiamo letto ed ascoltato molte opinioni in proposito (certamente non il podestà, pro tempore, sig. Cipriani) e tra tante contrarietà sul fatto di dovere passare del tempo all'aperto circondati da recinzioni e cancellate, abbiamo sentito anche qualche parere positivo. 
Questi ultimi, motivati dal fatto che i bimbi al parco, chiusi in "gabbia" sono al sicuro; così mamme o nonni staranno più tranquilli...magari con l'onnipresente cellulare fra le mani.  
Come genitori abbiamo invece opinioni diverse su questo. Non ci azzardiamo a pensare che qualcuno possa rinunciare alla sorveglianza dei bambini delegandola ad un reticolato, seppur funzionale allo scopo e per quanto "impreziosito" da un cancelletto pedonale  elettrificato, casualmente e premurosamente affacciato su via Dolcidea.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...