giovedì 13 dicembre 2018

Ennesima cialtronata

Dopo una difficile gestazione (ancora in corso per il regolamento) e un'arbitraria valutazione dei parametri per giustificare la scelta dell'area di via Treves quale sede più idonea - area in realtà già individuata a priori, per quanto non indicata prudenzialmente e intenzionalmente nel programma elettorale pentastellato, ma di pubblico dominio- si è dato avvio, nel più disastroso dei modi al progetto "orti".
Precisiamo che la pubblica assemblea tenutasi in data 30 ottobre 2018 dall'assessore Manes e compagnia non ha chiarito in nessun modo ed in concreto le caratteristiche realizzative, perché se lo avesse fatto non saremmo qui a parlare di danno ambientale.     
  
Quindi nell'infausta mattinata del 10 dicembre si comincia a scavare, non col classico piccone ormai obsoleto, ma con mezzi meccanici più adeguati.
Una ruspetta, formato mignon, per aprire... le buche per i paletti della recinzione in rete metallica.
Dove? Ovviamente a pochi centimetri dal filare di tigli con l'elementare risultato di danneggiare in modo serio il loro apparato radicale. Una soluzione geniale e del tutto originale  e obbligata in ragione della mancanza di spazio. L'ennesima cialtronata, una colossale idiozia, una scelta estremamente ridicola.

martedì 11 dicembre 2018

Fanfaroni e imbonitori SpA... since 2015

E' ragionevole supporre che decorsi tre (lunghissimi e tenebrosi) anni si possa stilare un rendiconto politico in primis ed economico/finanziario in secondis.
Beh, il bilancio del primo lo lasciamo alla valutazione generale dei sedrianesi che per quanto frastornati dalla perenne propaganda autoreferenziale del come "siamo bravi e diversi" li valutiamo ancora capaci di intendere e di volere. 
Quel che emerge su tutto è il torrenziale profluvio di comunicati, dichiarazioni, interviste e l'uso spregiudicato dei social dove raccontare la propria mistificata visione delle cose.
Per nulla sorprendente, considerato la formazione culturale di non pochi amministratori, più virtuale che pragmatica, più apparente che reale; i risulti inclementi lo testimoniano.

mercoledì 5 dicembre 2018

Cupa e totale oscurità

Dopo aver sottoposto diversi progetti di piantumazione all'attuale Amministrazione, tutti puntualmente e pregiudizialmente respinti,  aspettiamo con trepidazione  il previsto censimento del verde, come indicato nella lettera ricevuta in data 14 febbraio 2018  che dovrebbe certificare il suo stato di salute e i conseguenti "mirabolanti" interventi migliorativi, entro il corrente anno.

Più di un'intenzione; e, se verba volant, scripta manent, ci aspettiamo davvero, a breve, i risultati di questa indagine, a meno di considerare, questa al pari di molte altre, una promessa da marinaio.
Cosa non insolita, al contrario, diremmo abituale se formulata da autoctoni politici improvvisati e dalla labile memoria. 

Di certo c'è che siamo un po stanchi di sentirci dire, ad ogni piè sospinto, che gli alberi rompono i marciapiedi, ingombrano le  carreggiate e richiedono una costosa manutenzione.

sabato 1 dicembre 2018

Vice sindaco trasparente? Mica tanto...

A distanza di tanto tempo  - 7 aprile 2017 - da quello squallido commento su FB, dove Davide Rossi commentava positivamente un post fascista inneggiante a  Mussolini, rimangono pochi aggettivi da utilizzare in proposito: sgomento, perplessità, smarrimento...   

Può, in ogni caso, servire una breve riflessione - un ripasso- sulla vicenda.   

✔ Davide Rossi all'epoca ha provato a giustificarsi con una "manomissione" del suo profilo Facebook, naturalmente, non ha mai fatto cenno di una denuncia presentata alle autorità;  

✔ Davide Rossi, come (FIGURA ISTITUZIONALE) non si è mai dissociato da questa vergognosa vicenda prendendone le dovute distanze;  

✔ Davide Rossi non si è mai scusato con i molti cittadini antifascisti offesi da questo suo atteggiamento anticostituzionale. 

mercoledì 28 novembre 2018

Caro Ersilio...

Egregio direttore Mattioni, 
le scriviamo la presente lettera aperta per alcune imprecisioni contenute nel suo articolo di venerdì 23 novembre "Maxi speculazione, 600 nuovi abitanti e 200 automobili in più".
"(...)  Ben inteso, la colpa non è di Cipriani  (che si è trovato questo "regalo" senza possibilità di tornare indietro), bensì delle amministrazioni precedenti, con una corresponsabilità dei commissari. (...)".

domenica 25 novembre 2018

Question time farlocco

In considerazione della "corposità" degli argomenti all'ordine del giorno nel Consiglio Comunale convocato martedì 27/11/2018, abbiamo chiesto alla presidente Stefania Galeazzi di rinviare la discussione del Question Time alla prossima data utile. 

Già il 13 aprile scorso abbiamo inviato una lettera aperta a tutti i consiglieri comunali - giunta compresa-  proponendo alcune modifiche al regolamento comunale per rendere più utile e incisivo questo strumento. L'idea era quella di discutere il Q.T. in orari più  accettabili per il rispetto dovuto ai cittadini presenti e non invece al termine del C.C., quasi fosse un appendice irrilevante. 
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...