giovedì 4 marzo 2021

Tutto molto ragionevole...

Il 1 febbraio del 2020 il Sig. Cipriani scriveva, sulla sua pagina (pseudo) istituzionale di facebook, a proposito della realizzazione della pista ciclabile lungo il canale Villoresi che mette in comunicazione la Via L. da Vinci con via Villoresi: Un altro angolo di Sedriano che a breve riacquisterà dignità e decoro. Sono e saranno sempre i dettagli a fare la differenza!! (i punti esclamativi non mancano mai).
Bene spendiamo due parole su questo incantevole angolo e sull'opera ancora da ultimare a distanza di oltre un decennio.
Cercheremo di semplificare riducendo ai minimi termini la vicenda.

La realizzazione della pista è ricompresa negli obblighi convenzionali del Piano di Lottizzazione 1.15 di Via Negrelli. Convenzione approvata con la delibera n. 64 del Consiglio Comunale del 16.11.2007 e sottoscritta 1 anno dopo -16/11/20008- dal notaio Raffaella Caputo.
Avete letto bene, 13 anni fa.

domenica 28 febbraio 2021

Ex area Borletti... ad abundantiam

Nel 2015 veniva adottato dai Commissari il PGT (Piano di Governo del Territorio). 
Per speditezza e semplicità prenderemo in considerazione le osservazioni, cioè quelle richieste di modifica/variazione che chiunque e, per qualunque motivo, può avanzare nella fase di stesura del piano.
Queste osservazioni possono essere accolte, o accolte parzialmente o respinte con le opportune giustificazioni.
Nel caso in questione prenderemo in esame alcune delle 7 presentate da EDIL VILLE Srl -proprietaria dell'area- perché si comprenda la logica con la quale sono state formulate, cioè massimizzare l'utile (legittimo) e quali siano stati i pertinenti riscontri.

martedì 23 febbraio 2021

Le favole di Cipriani

Le favole di Fedro sono celeberrime, quelle di Cipriani lo diventeranno presto.
Il 4 aprile del 2019 il Sig. Cipriani in un post scriveva "Dopo oltre 25 anni di abbandono, di degrado, questa Amministrazione decide di mettere mano e risolvere una volta per tutte la questione MONUMENTO ALLA PACE" e travolto dall'entusiasmo aggiungeva "Il nuovo monumento sorgerà nel parco di via Fagnani, ma non sarà solo, bensì sarà accompagnato da un altro monumento...".

Questa seconda opera architettonica commemorativa sarebbe stata dedicata a "Carlo Alberto dalla Chiesa".
Provvede anche, con atto d'imperio, al cambio della denominazione del Parco, senza consultare nessuno, chiamandolo allo stesso modo.
Organizza una serata per presentare il progetto invitando anche il figlio Nando.
Al termine della quale ringrazia tutti per la partecipazione e collaborazione.

C'era da attendersi che la serata fosse il preludio di azioni concrete come appunto la posa dei monumenti e invece, delle due opere commemorative, al momento nessuna traccia. I modellini finiti in qualche scantinato insieme ai 57 like.

domenica 21 febbraio 2021

L'inevitabile maleducazione

Al Cipriani (quasi) "scaduto" e ad alcuni dei suoi sparuti fedeli non rimane che trattare a pesci in faccia un consigliere comunale di minoranza... Non è la prima volta che accade.

Infatti, durante il consiglio comunale dello scorso 16 Febbraio a fronte di una domanda posta dal consigliere del PD, il sig. Cipriani ha replicato attivando la classica modalità "scortese-arrogante- io sono io e voi non siete un caxxo" ecc...

sabato 20 febbraio 2021

Pollice verde: ci risiamo

Il solito genius loci, alias Cipriani, per intenderci quello che ci mette sempre la faccia, ne farà un altra delle sue, una in più da aggiungere a tutte le singolari opere d'arte fin qui realizzate; in primis quella viabilistica.
Dopo l'apertura al traffico della via Volta, resa percorribile per coloro che provenendo da via De Amicis intendono raggiungere Via Pessina rimaneva un problema da risolvere: la presenza indesiderata dei tre alberi secolari, di cui due monumentali.
Quei tre tassi "ostacolano", interferiscono con la viabilità, insomma la chioma dà fastidio e quindi anziché vietare il solo transito ai mezzi pesanti e/o ingombranti si opta per una soluzione, non quella definitiva ed auspicata, la desiderata estirpazione, ma la consueta drastica potatura.

Ecco quindi svelato il perché, quegli alberi, nonostante i nostri numerosi solleciti e le disposizioni legislative per il loro censimento, presupposto per l'inserimento, a giusto titolo, nel Registro degli alberi monumentali della Regione Lombardia non è mai avvenuto.

Però Sig. Cipriani noi il giorno 25 febbraio ci saremo per documentare il previsto intervento preavvertendola che ci sono precise e tassative norme sulle qualifiche degli operatori chiamati a por mano al verde e pertanto auspichiamo, nell'interesse degli interessati, vengano osservate.
Diversamente non finirà con brindisi, pizzette e pasticcini, com'è abituato Lei, offerti magari da altri, noi siamo fatti di ben altra pasta.

mercoledì 17 febbraio 2021

Area Borletti... "COMUNICATO STAMPA"

E' davvero stupefacente come il giorno immediatamente successivo l'approvazione da parte della Giunta del piano urbanistico per il recupero dell'ex area Borletti l'Amministrazione si preoccupi di "emanare" un roboante comunicato per attribuirsi meriti inesistenti.

Per fare chiarezza precisiamo subito che l'area era già stata inserita nel vigente PGT, adottato nell'ottobre 2015 a pochi giorni dal termine della gestione commissariale come area destinataria di una radicale trasformazione urbanistica.

Com'è noto si tratta di un area industriale dismessa, ormai da decenni, collocata ora ai margini di un tessuto urbano in perenne ed illogica espansione.

Tutti i parametri urbanistici indicati nel comunicato dell'Amministrazione sono esattamente quelli previsti dall'ambito di trasformazione definiti nel 2015. Ne più ne meno. Compresa la rotatoria, oltre ai parcheggi, verde, (verde formato da fasce perimetrali limitate e marginali) ecc. ecc.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...